CORONAVIRUS, nuova donazione del Caat
27/04/2020

A meno di un mese dall’iniziativa con cui Caat, Centro agroalimentare di Torino, in risposta all’appello social #aiutiamochiciaiuta, ha donato oltre 3.000 chili di frutta e verdura al personale medico e paramedico di 5 presidi ospedalieri dell’area metropolitana torinese, il Centro ha offerto un secondo sostanziale contributo.

Dopo aver sostenuto chi opera in prima linea nella lotta contro il virus, ora, i beneficiari dell’azione benefica sono le famiglie che, anche a causa dell’emergenza Coronavirus, vivono in condizioni di disagio economico.

Il Caat ha donato altri 4.000 chili di prodotti ortofrutticoli al Fondo di solidarietà Covid-19, istituito dal Comune di Torino con lo scopo di permettere ai nuclei disagiati di fare la spesa e procurarsi beni di prima necessità; tra cui ovviamente non possono mancare la frutta e la verdura, ovvero i prodotti naturali di cui, da anni, il Centro rifornisce il territorio, rappresentandone una struttura logistica strategica.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla partecipazione di 5 società che operano nel Caat (Torretta Franco, Quirico, Guardamagna, Effevi e Borgnino Vittorio) e a Mohmoud Tarek Kamel titolare del Consorzio Logistico Global Truck, che si è da subito reso disponibile per la consegna gratuita dei prodotti donati che, esprimendosi per slogan, hanno dato vita ad una toccante CAATena di solidarietà, dimostrando ancora una volta che “Il Caat ha un cuore grande. Uniti ce la faremo”.

La notizia è apparsa sulle testate giornalistiche di settore: Corriere ortofrutticolo, Italiafruit news e Informacibo.